Follow by Email

lunedì 9 aprile 2012

"Non ho tempo da perdere"

Tommy Dibari e Fabio Di Credico pubblicano con Cairo editore il romanzo Non ho tempo da perdere. La storia racconta di un giovane pugliese, Lazzaro, che dalla sua Polignano a Mare si reca al nord, a Milano, per cercare lavoro e, soprattutto, per dare una svolta alla sua vita. Lazzaro, infatti, viene un po’ compatito da tutti perché gli mancano alcuni venerdì, almeno questa è l’opinione comune. È totalmente diverso da suo fratello Paolino che in un battibaleno riesce a trovare un buon lavoro (a Roma) mentre lui, Lazzaro, se ne va a zonzo per il suo paese. Ma la realtà non è sempre così come sembra e il riscatto sociale è dietro l’angolo.
Dibari e Di Credico – che a quattro mani avevano già scritto La cambusa. Storia d’amore e di altre malattie (Rizzoli 2007) – costruiscono bene la storia, anche grazie a piccoli espedienti narrativi. Provenendo entrambi dal mondo della tv, riversano nelle pagine di Non ho tempo da perdere questo loro sapere. A volte, però, peccano un po’ troppo di aggettivazione e più che scrivere, mostrano (come in tv) quanto succede, lasciando poco spazio alla fantasia del lettore. Il romanzo, comunque, si legge con piacere (ho apprezzato molto la prima parte, fino alla partenza di Lazzaro per Milano) e può essere di aiuto per ampliare un po’ il proprio punto di vista sul mondo.

6 commenti: